La Rete di Impresa “Made in Pavia Italy”

Pavia è uno scrigno di tesori, tra cui diverse Chiese, veri fiori all’occhiello di quella stessa Diocesi che così tanto contribuisce alla progettualità della Rete “Made in Pavia ltaly”

“Made in Pavia Italy” è un progetto di promozione territoriale in cui le imprese, con lo scopo di valorizzare le lavorazioni, i prodotti e promuovere lo sviluppo delle rispettive aziende, la competitività e innovatività, nonché di attivare azioni promozionali delle produzioni e/o anche dei servizi, hanno dato vita alla costituzione tra loro di una unione di imprese attraverso un apposito Contratto di Rete, identificato dal marchio collettivo denominato “Made in Pavia Italy”.

La Rete “Made in Pavia” nasce nella tarda primavera del 2014 ad opera di un gruppo di cinque aziende associate a Confindustria Pavia.

A questo primo nucleo sono seguite altre adesioni che hanno portato ad una crescita numerica e ad uno sviluppo in differenti settori merceologici.

Come è immediatamente ravvisabile si sono già creati dei poli definiti intorno ai quali i soggetti possono operare congiuntamente con maggiore facilità: un polo alimentare di prodotti e servizi (riso, vino, petfood, affettatrici, biscotti, formaggio), un altro più orientato verso la casa (serramenti in alluminio e in legno, pavimenti e rivestimenti, vasi, tende e tessuti d’arredamento, insegne luminose) e un terzo universo industriale più orientato alla tecnologia specializzata (cristalli curvi temperati, trattamento termico dei metalli e così via).

La Rete, con il suo portale www.madeinpaviaitaly.com e la sua pagina Facebook annovera oggi 23 imprese di cui per ciascuna è stata predisposta una scheda informativa di presentazione preparata in maniera chiara e sintetica con alcune immagini che possano immediatamente inquadrame la realtà, la modernità e in alcuni casi la tradizione (annoverando anche realtà dotate di un’heritage industriale non sottovalutabile).

Con il Contratto di Rete autenticato nel novembre 2014 “Made in Pavia” si è ufficialmente costituita con l’intento di mantenere una coesione verso gli standard qualitativi in un momento di innegabile difficoltà industriale, ma in cui occorre essere pronti a saper cogliere le sfide che il mercato può proporre, soprattutto in un ambito extra territoriale, nazionale o internazionale.

La mission della Rete “Made in Pavia” rimane quella di fare impresa attraverso l’aggregazione di aziende con il fine di accrescere la competitività e l’innovazione, nel rispetto e nella valorizzazione delle risorse territoriali e con un occhio attento alla responsabilità sociale d’impresa.

La Rete nel giro di neppure un anno ha acquisito una grande visibilità mediatica con la partecipazione alla trasmissione televisiva “Ballarò” e a seguito del servizio di Rai 2 “Two Next”.

Di grande impatto è stata la prima pagina del Corriere della Sera e ad altri diversi passaggi a stampa anche a tiratura nazionale.

A livello locale, “Made in Pavia” si è presentata in altre occasioni pubbliche suscitando interesse sempre crescente (Open Day del 19 dicembre 2014 presso lo spazio Sacro Cuore di Pavia, edizione di marzo 2015 di “Casa dolce Casa” al palazzo Esposizioni di Pavia, tensostruttura in piazza del Carmine del 30 aprile e 1° maggio 2015, Cupola Arnaboldi e Cascina Merlata in settembre).

Con particolare riguardo al tema della responsabilità sociale di impresa e ai principi di solidarietà e sussidiarietà, si sottolinea il ruolo di Mons. Giudici, Vescovo emerito di Pavia e di Don Franco Tassone responsabile della Pastorale del lavoro che hanno voluto valorizzare la Rete apprezzandone la progettualità anche nell’ottica di riconoscere la valorizzazione di alcuni valori cari alla dottrina sociale della Chiesa.

Il Vescovo Bocconiano Mons. Giudici e il Responsabile della Pastorale del Lavoro, Don Franco Tassone hanno raccontato l’impegno della Diocesi accanto al “Made in Pavia” e ai suoi attori principali.

Secondo una diversa chiave di lettura, altrettanto attuale e veritiera, la Rete nasce anche da qui: dalle visite Pastorali nelle aziende in difficoltà la cui qualità del prodotto e la cui forza dirompente, di un’unica compagine rappresentata inscindibilmente da imprenditori e lavoratori, ben si è cementata con i valori di solidarietà e sussidiarietà propri della dottrina sociale della Chiesa.

Fabrizio Raina di Confindustria e Don Franco Tassone della Pastorale del lavoro della Diocesi di Pavia hanno iniziato nella primavera del 2014 un percorso fatto di visite e incontri con alcuni degli imprenditori del pavese volendo dare risalto al rapporto di fiducia e collaborazione tra il datore di lavoro e le sue maestranze che ha sostenuto l’azienda anche nei momenti di più profonda difficoltà.

Partendo dall’inscindibilità di questo “fare impresa” insieme, da parte aziendale il desiderio è stato quello di aprire le aziende del territorio alla Diocesi al fine di far conoscere il ciclo produttivo e la qualità dei manufatti quale espressione di un orgoglio imprenditoriale mai fiaccato dalla dura crisi, dall’altro l’attenzione della Pastorale del lavoro al mondo imprenditoriale ha trovato nella condivisione dei valori propri della responsabilità sociale d’impresa una perfetta sintesi di concretezza.

A questo proposito si deve ricordare la “Lectio Magistralis” che Monsignor Giovanni Giudici ha tenuto in Confindustria Pavia sul tema “Valori di impresa, dignità del lavoro, fiducia nel futuro”.

Sulla scia della testimonianza concreta dei valori di solidarietà e sussidiarietà propri della dottrina sociale della Chiesa, “Made in Pavia” ha avuto altresì l’onore di partecipare all’udienza con il Santo Padre che si è tenuta nell’aula Nervi il 23 maggio 2015 sul tema della centralità del lavoro e della dignità dell’uomo.

“Made in Pavia Italy” è certamente un “marchio” legato ad una Rete di Imprese, ma anche una prospettiva per un futuro sviluppo economico del territorio pavese in cui il fascino delle Terre Viscontee, in cui le imprese della Rete sono insediate, con le potenzialità di vero e concreto sviluppo turistico, può permettere una nuova stagione di produttività economica e culturale.

“Made in Pavia”, con le sue aziende alimentari, ha partecipato ad Expo 2015 con una vetrina espositiva in Cascina Merlata nel mese di settembre dove le aziende della Rete hanno allestito uno spazio dedicato che ha dato visibilità alle diverse imprese che la compongono secondo una continuità e un filo conduttore legato alle nostre eccellenze produttive.

Durante l’evento, la Rete con lo slogan “un Ponte verso l’Expo” ha altresì organizzato un momento parallelo di presenza del “Made in Pavia Italy” in città presso il salotto di “Cupola Arnaboldi” avendo raccolto intorno ad un progetto tutti gli attori istituzionali del territorio.

In particolare, le imprese della Rete “Made in Pavia Italy” hanno inteso consolidare l’attrattività del territorio e delle attività economiche delle aziende della Rete che ivi vi si svolgono.

Per questo motivo, d’intesa con l’Amministrazione del Comune di Pavia, con in prima linea l’Assessore Angela Gregorini, e con la Provincia, attraverso l’impegno dell’Assessore alle Attività Economiche Manuela Marchiafava, “Made in Pavia” ha potuto disporre di uno spazio espositivo e di rappresentanza presso la Cupola Arnaboldi di Pavia che costituisce uno dei luoghi più suggestivi di Pavia, nel suo centro storico.

Peraltro la kermesse è stata impreziosita, come elemento aggiuntivo di attrattività, anche da un programma turistico che ha consentito, il giorno dell’inaugurazione, di organizzare un mini-tour guidato a Pavia alla scoperta di alcuni dei suoi capolavori. A questa visita ha altresì partecipato una delegazione cinese conosciuta in Expo.

A ciò si aggiunga che la gentile collaborazione della Cappelleria storica Quaroni d i Strada Nuova in Pavia, durante l’ultima sera di Cupola, ha consentito di organizzare, una sfilata di cappelli.

Ciò ha riscosso il favore e l’interesse anche di altre attività/negozi locali, condividendone lo spirito e la finalità promozionale anche per la città, si sono manifestate l’interessate a riproporre, nell’ambito di una nuova “Cupola Arnaboldi”, un evento analogo mettendo in vetrina la storicità di Pavia e di alcuni suoi prodotti di sopraffina qualità.

La Cupola Arnaboldi, che di per sé ha costituito uno scenario di grande fascino e bellezza rappresentando a decorrere dal 18 settembre 2015 e fino al 24 settembre, la vetrina del “Made in Pavia” nel nostro capoluogo.

In questo contesto la Rete ha altresì allestito una galleria fotografica presentando una raccolta di i1mnagini artistiche della città e del territorio d’origine. L’evento in Cupola Arnaboldi, così come in Expo, è stato accompagnato dalla proiezione di un filmato di presentazione delle aziende del “Made in Pavia”. L’album di Cupola, il Kit di Rete e il predetto video istituzionale del “Made in Pavia” hanno contribuito ad accrescere l’immagine della Rete a livello comunicativo.

L’anno 2015 si è concluso con un altro momento di testimonianza concreta di solidarietà nell’ambito dell’attività di impresa propria delle aziende retiste.

In particolare, grazie all’impegno delle imprese alimentari, è stato possibile confezionare con i prodotti della rete, oltre 300 cesti di Natale con cui tutte le aziende della Rete “Made in Pavia” hanno omaggiato clienti, fornitori e dipendenti.

Questa progettualità è peraltro riuscita a coinvolgere alcune mamme in difficoltà, ospitate presso la Casa del Giovane di Pavia che si sono prodigate nell’attività di confezionamento e a cui i retisti, insieme alla Diocesi di Pavia, hanno voluto rendere merito con un tangibile segno di attenzione.

Alcune aziende, a consolidare una volta in più lo stretto rapporto tra le imprese retiste e la Diocesi di Pavia, hanno poi voluto contribuire alla raccolta di un’offerta per la Mensa del Fratello presso l’Oratorio di S.Mauro, sponsorizzando il calendario che è stato preparato raccogliendo le foto storiche che hanno immortalato i cento anni dello stesso Oratorio.

 

La Rete di Impresa “Made in Pavia Italy”
La Rete di Impresa “Made in Pavia Italy”

( presentazione, pdf, 8.68 MB )
La Rete di Impresa “Made in Pavia Italy” (testo)
La Rete di Impresa “Made in Pavia Italy”

( solo testo )

 

» La presentazione è disponibile anche in qualità superiore ( pdf, 31.4 MB )