CircuitoLinx sottoscrive il Patto Sociale

Sabato 8 aprile 2017 nel Palazzo Vescovile di Pavia
CircuitoLinx sottoscrive il Patto Sociale per il lavoro nel territorio della Diocesi di Pavia

 

Tutto è partito da un appello del vescovo di Pavia alle istituzioni e alle forze vive della società e dell’economia: « Mi auguro che troveremo modi concreti, strumenti di collegamento e di progettualità comune per fare rete, per promuovere iniziative e collaborazioni, per il lavoro, per il bene dei nostri giovani e delle nostre famiglie ».

E cosi ACLI Pavia, Ascom Pavia, ASPIT, Caritas Pavia e Associazione Agape, Cisl Pavia-Lodi, Coldiretti Pavia, Comune di Pavia, Confartigianato Pavia, Confcooperative Pavia, Confindustria Pavia, CSF, Diocesi Pa-via, Federmanager Pavia, Fondazione Clerici, Laboratorio, MCL Pavia, Provincia Pavia, UCID Pavia e naturalmente Circuitolinx.net hanno deciso di accettare la sfida.

Sabato 8 aprile 2017 nel Palazzo Vescovile di Pavia hanno firmato il Patto Sociale per il lavoro nel territorio della diocesi di Pavia. Questo patto promette di facilitare il dialogo tra i soggetti in questione in modo che si possano realizzare progetti di ricollocazione e formazione al lavoro in favore di persone senza lavoro e socialmente svantaggiate; progetti di auto-imprenditorialità; progetti volti all’inserimento lavorativo di migranti, profughi e richiedenti asilo; eventi culturali, formativi e promozionali. I soggetti inoltre divulgheranno e sosterranno il progetto “compralavoro”, il quale destina tutte le donazioni così raccolte per facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro di inoccupati e persone socialmente svantaggiate. E infine verrà promossa la cultura della solidarietà, del dono e dell’equa distribuzione dei beni.

 

Gianluigi Viganò, AD di Circuitolinx, al momento della firma del Patto con il vescovo Sanguineti e don Tassone.
Gianluigi Viganò, AD di Circuitolinx, al momento della firma del Patto
con il vescovo Sanguineti e don Tassone.

 

 

» leggi 1° Trimestre 2017 di CircuitoLinx